ARRIVA UN BEBE'

ARRIVA UN BIMBO MA CE LA POSSIAMO FARE: L’arrivo del bimbo in casa mette alla prova la solidità della coppia.

Non è detto che sino ad ora sia stato tutto facile, ma il meglio deve ancora venire!
Alla nascita del tanto desiderato (e anche no) primogenito la vita di coppia cambia moltissimo… radicalmente direi.
Alcuni suggerimenti e regole semplici per farcela insieme:           
1.    La famiglia è una squadra, come nello sport c’è bisogno di tutti i ruoli: non siete soli, coinvolgete tutta la rete che è composta da mamma, papà, nonni materni e paterni, zii, amici, vicini di casa e il personale dei servizi.
2.    Condividete il più possibile le gioie, i pensieri le paure: i problemi non si risolvono nascondendoli. Continuate a regalarvi serate con il vostro lui/lei e con gli amici, senza isolarvi: stare con gli altri (evitando luoghi affollati e centri commerciali) fa bene anche al vostro bambino che non deve vivere in un mondo ovattato ma nel mondo reale… il vostro mondo.
3.    Potreste avere voglia di stare da soli: voi tre e nessun altro, quindi se accade siate pure  egoisti e dite “no grazie” a qualche visita di parenti e amici e riservatevi del tempo per voi.
4.    Dormire è imprescindibile per non diventare irritabili e scontrosi, e si sa che il nuovo arrivato decide le sorti per tutti, o quantomeno per la mamma!  Quindi bisogna imparare a fare un sonnellino ogni volta che si può, comunque il più possibile per recuperare le energie e senza sentirsi in colpa per i lavori che rimangono indietro. La biancheria da lavare, i piatti sul lavello, la polvere sui mobili non se ne andranno via, saranno li ad aspettarvi, e questa volta aspetteranno: dormire su lenzuola stropicciate è molto meglio che stare svegli, innervosito, spossati con lenzuola stirate su cui non vi coricherete.
5.    Uomini e donne sono diversi, per fortuna, e ognuno risponde in modo diverso alla nascita di un bebè. Potrebbe succedere che le mamme diventino più ansiose e rivolgano la maggior parte delle loro attenzioni al piccolo despota, i papi si sentono ancora poco utili e forse anche decisamente impacciati di fronte a questo cosino e alla leonessa che gira per casa. Ogni individuo ha i propri tempi di reazione e la situazione è notevolmente complessa oltre che diversa da ieri: abbiamo tutti bisogno di adeguarci per stabilire un nuovo equilibrio! Stiamo tutti tranquilli e diamoci il tempo! (Mio marito ci ha messo un anno.)
6.    Ditevi ogni giorno quanto bene vi volete: un “TI AMO” non uccide, tantomeno le carezze, gli sguardi e la condivisione di una sana risata. Anche i complimenti non vanno preservati per momenti migliori: questo è il momento giusto per usarne tutta la scorta!
7.    La parola “Amore” potrebbe avere un significato diverso per gli uomini e per le donne, oppure potrebbe avere un significato diverso oggi da ieri e da domani. Per qualcuno c’è amore quando sono appagati i bisogni legati alla sessualità più fisica, altri si sentono amati quando viene rispettato il loro ruolo all’interno della coppia, della famiglia. Cerchiamo entrambi di venirci incontro accogliendo l’amore nel bisogno di oggi.
8.    Spesso le donne, soprattutto dopo la gravidanza attraversano un periodo in cui la tenerezza e la comprensione sono vera espressione d’amore. Anche se a dire il vero coccole, baci e carezze, nel rapporto di coppia non devono mai mancare, anche quando  dopo il parto con il sesso ci si va piano.
9.    I consigli delle nonne, dei parenti e degli amici, vanno benissimo ma non è detto che tengano conto delle ultime ricerche in ambito di puericultura, pedagogia e delle scoperte in ambito pediatrico. Fidatevi del vostro istinto materno e paterno, che ha funzionato bene per millenni e ricordatevi di chiarire i dubbi con il vostro pediatra.
10.  Se il piccolo piange di notte, (ed è normale) non fate finta di non sentire affinché sia l’altro ad alzarsi: un po’ per ciascuno non fa male a nessuno! Anzi fa bene a tutti e tre!
11.  Anche il papà può cambiare un pannolino, non è un compito esclusivo della mamma, come può essere l’allattamento: mentre solo mamma ha il seno, anche papà dispone di quanto serve per il cambio e per il bagnetto… è lo farà a modo suo: lasciatelo fare!
12.  Non sempre le cose vanno come le avete programmate: imparate a riderci sopra, perché nessuno si aspetta che in questo momento così difficile voi abbiate tutte le risposte. Una risata e qualche coccola in più servono a sdrammatizzare e a trovare l’energia necessaria per andare avanti.